Vantaggi e svantaggi della pubblicità online ed offline nel green marketing

Le qualità dell’offline

Quali vantaggi e svantaggi della pubblicità online e offline si possono notare oggi nel green marketing? Ancora tante aziende, tra qui anche quelle biologiche, usano le tecniche di comunicazione offline definite come marketing tradizionale. Un settore con più di un secolo di vita e che non sente il peso dell’età che avanza. Basti pensare a quanti capitali ruotano ancora attorno agli spazi televisivi (soprattutto durante i programmi di punta).

Le comunicazioni offline permettono di creare delle campagne dal maggiore impatto mediatico data la loro alta visibilità. In questo modo, è possibile diffondere la propria immagine di marca su larga scala. Aver già visto un marchio “da qualche parte” o averne sentito parlare in giro, incoraggia il consumatore a fidarsi di più dei prodotti proposti.

Attraverso i canali offline, è possibile arrivare alle fasce della popolazione che non hanno accesso ad internet non solo per ragioni tecniche ma anche per assenza di competenze: pensando. Ad esempio, alla fascia più anziana della popolazione. In questo caso, la percentuale di alfabetizzazione informatica non supera il 30%.

Comunque, non ci sono solo vantaggi nelle strategie offline. Il grosso svantaggio di questo tipo dicomunicazione è il costo. Pensa alle campagne di advertising su testate giornalistiche e televisioni hanno raggiunto prezzi stellari, senza contare i capitali e le risorse da mettere in gioco per quanto riguarda la realizzazione di eventi.

In aggiunta, adoperando queste strategie di marketing diventa molto difficile – se non impossibile – fare una targhetizzazione approfondita. Cioè per realizzare uno spot televisivo, ad esempio, si deve puntare su un pubblico molto ampio e il rischio è quello di non coinvolgere lo spettatore tanto da portarlo all’acquisto.

Infine, la comunicazione offline non offre spazio per lunghe spiegazioni. Perciò dev’essere immediata (uno spot radiofonico dura in media circa 10 secondi, uno televisivo al massimo 30 secondi) in sostanza, non si ha molto tempo a disposizione.

Offline vs online

Le qualità dell’online

Confrontiamo la comunicazione online che comprende l’utilizzo dei social media, lo sviluppo di un sito e di un blog per sfruttare i vantaggi della pubblicità a pagamento o del marketing dei contenuti su social e Google. Cioè, tutto ciò che coinvolge il mondo della rete.

Il primo vantaggio: i costi. Realizzare delle campagne di advertising online o di contenuti è molto più economico rispetto alla pubblicità tradizionale. Poi con gli stessi capitali si può raggiungere un numero molto più ampio di persone.

In secondo luogo, la rete offre più spazio per comunicare i valori fondanti del settore agroalimentare biologico non solo attraverso i social media, ma soprattutto grazie alla creazione di un blog aziendale.

Questo andrà popolato attraverso campagne come marketing dell’attrazione e marketing dei contenuti. Queste strategie che prevedono una targettizzazione dettagliata del pubblico  – altro vantaggio rispetto alla pubblicità tradizionale – e che consentono di approfondire temi non solo legati strettamente all’azienda, ma anche al settore in cui essa opera.

In questo modo, il consumatore in cerca di informazioni potrà soddisfare la sua sete di conoscenza. Maggior ragione non da una fonte qualsiasi ma direttamente dall’azienda in modo da fare un acquisto più consapevole.